Roma, restituita alla città la stazione di Tor di Quinto

Si è svolta ieri, martedì 13 ottobre, la cerimonia di restituzione ai romani della stazione di Tor di Quinto, teatro due anni fa dell’aggressione a Giovanna Reggiani. Nel corso della cerimonia è stata apposta una targa commemorativa in memoria della signora Reggiani, deceduta a seguito della violenza subita. Strappata al degrado, la stazione è stata completamente ricostruita e collegata ai quartieri circostanti con la nuova linea di bus navetta 332.

L’inaugurazione della stazione di Tor di Quinto si inserisce in un più ampio contesto di presentazione del completamento dei lavori di ristrutturazione di tre stazioni urbane della linea ferroviaria regionale: Euclide, Tor di Quinto (che apriranno all’utenza nei 2 giorni successivi all’ inaugurazione) e Acqua Acetosa, già aperta agli utenti.

Il rinnovo delle tre stazioni fa parte, in accordo con la Regione Lazio, del programma di rilancio della ferrovia regionale Roma – Civitacastellana – Viterbo, che prevede la trasformazione della tratta urbana Flaminio – Montebello in un servizio di metropolitana leggera e il raddoppio di parte della tratta extraurbana per aumentare il numero di treni a disposizione dei pendolari provenienti dalla provincia.
La cerimonia, presieduta dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha visto la partecipazione e gli interventi di numerose autorità: Piero Marrazzo, presidente Regione Lazio; Roberto Grappelli, presidente di Metropolitane di Roma; Adalberto Bertucci, amministratore delegato di TRAMBUS; Gianni Giacomini, presidente del Municipio XX; il controammiraglio Giovanni Gumiero, vedovo della signora Reggiani. Presenti anche Francesco Dalia, assessore Mobilità e Trasporti Regione Lazio; Sergio Marchi, assessore Mobilità e Trasporti Comune di Roma; Massimo Tabacchiera, presidente ATAC.

La stazione di Tor di Quinto, chiusa due anni fa all’indomani dell’omicidio di Giovanna Reggiani, è stata completamente rinnovata con la costruzione di una struttura moderna per l’accoglienza dei viaggiatori sul tipo delle fermate metropolitane, priva di barriere architettoniche.

Met.Ro ha anche provveduto alla ristrutturazione della strada di accesso alla stazione, costruendo un percorso pedonale protetto per trasformarla in vero e proprio nodo di interscambio.
Per garantire assistenza e sicurezza ai viaggiatori, alla stazione di Tor di Quinto saranno in servizio operatori di stazione e guardie giurate, mentre sono state installate biglietterie automatiche che distribuiscono i biglietti Metrebus Roma: orari, giornalieri e settimanali.

La zona della stazione è interamente sorvegliata da 15 telecamere di sicurezza e 2 colonnine SOS collegate alla centrale operativa di ATAC, e sarà ora collegata ai quartieri limitrofi con una nuova linea di bus navetta, il 332. La nuova linea collegherà la stazione Tor di Quinto con il capolinea della linea bus 32. Il 332 percorrerà viale di Tor di Quinto e la frequenza sarà di 15 minuti.

Questo il testo della targa apposta alla stazione Tor di Quinto in memoria della signora Giovanna Reggiani:

CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA
NEI CONFRONTI DELLE DONNE
IL COMUNE DI ROMA POSE IL 13 OTTOBRE 2009
IN MEMORIA DI GIOVANNA REGGIANI,
VITTIMA DI INAUDITA VIOLENZA IN QUESTO LUOGO IL 30 OTTOBRE 2007

A Roma la settimana europea della mobilità

La provincia di Roma presenta le iniziative in programma per ‘l’European Mobility Week’, la Settimana Europea della Mobilità che si svolgerà dal 16 al 22 settembre. L’Amministrazione provinciale aderisce così per il secondo anno consecutivo all’evento promosso dalla Commissione Europea e organizzato dal Consorzio di Associazioni Eurocities, Energie-Cités e Climate Alliance che ha come obiettivo la programmazione di eventi dedicati alla promozione della mobilità sostenibile.

Nell’ambito della ‘Settimana’ la provincia, attraverso diverse proposte, promuoverà interventi per l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico, per migliorare la qualità della vita nei centri storici e per incentivare l’utilizzo della bicicletta, iniziativa, quest’ultima, accompagnata anche dalla promozione delle riserve naturali provinciali.

“Mettere a disposizione i percorsi delle riserve naturali – ha dichiarato l’assessore alle Politiche dell’Agricoltura, Aurelio Lo Fazio – ha tra gli obiettivi quello di incentivare la sensibilizzazione della cittadinanza nell’ottica di una mobilità ecosostenibile”.

Tra le iniziative in programma ‘Day without my car’ che ha fatto registrare l’adesione di 50 comuni della provincia e che prevede l’individuazione di una giornata di stop al traffico automobilistico e di incentivazione all’uso del mezzo di trasporto pubblico e della bicicletta. Verrà inoltre aperto al pubblico lo ‘Sportello della mobilità sostenibile per i comuni’, istituito presso gli uffici del Dipartimento XIV.
Gli operatori dello Sportello risponderanno alle e-mail inviate all’indirizzo di posta elettronica mobilitasostenibile@provincia.roma.it oppure telefonicamente ai numeri 06/67666518 e 06/67666456 nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 10 alle ore 12:30.

Domenica 20 settembre è inoltre in programma una giornata in bicicletta nella Riserva Naturale ‘Nomentum’, nel Comune di Fonte Nuova.

Diabolik in mostra a Roma.

La Provincia di Roma presenta la più grande mostra che sia mai stata dedicata a Diabolik, il ladro piu’ famoso dei fumetti. Dal 10 luglio al 13 settembre 2009, Palazzo Incontro di Via dei Prefetti ospitera’ la mostra “DIABOLIK – EVA KANT”. La kermesse si articola in diverse sezioni, tutte molto ricche, dove si potranno ammirare dalle statue di Diabolik, Eva e della mitica nera Jaguar e-type, complice delle loro meravigliose avventure, alla sezione dedicata interamente alla bionda Eva Kant, diventata simbolo di femminilità, eleganza ed indipendenza, oltre alle 10 tavole originali del primo numero di Diabolik. Leggi tutto »

Roma, alla Casa del Cinema il Film Festival Senza Frontiere

Parte oggi, fino al 3 luglio, presso la Casa del Cinema di Roma, la seconda edizione del Film Festival Senza Frontiere – Without Borders. Saranno proposte opere inedite selezionate da cinematografie di ogni parte del mondo e saranno presenti gli autori per incontrare il pubblico.
Scopo comune dei film in programma sarà dimostrare, mediante storie di vita vissuta, come attraverso il cinema, la musica, il lavoro comune si possano superare le separazioni create dalla paura, dal pregiudizio, dall’ignoranza.

Alle 16.00 presso la Sala Deluxe proiezione di Dunya & Desie di Dana Nechushtan. A seguire Off and Running di Nicole Opper, appena presentato al Tribeca Film Festival.
Alle 19.30 nel teatro all’aperto della Casa del Cinema concerto Bahja (in arabo significa gioia) del musicista marocchino Nour Eddine, che combina le armonie berbere con le influenze musicali scoperte durante il suo viaggio. Alle 21.30, sempre al teatro all’aperto, proiezione di Ramchand Pakistani di Mehreen Jabbar, dal Pakistan per parlare del suo film.

Molti anche gli eventi collaterali che si svolgeranno nelle sale della casa del cinema durante il festival. Sarà proposta la mostra “The Course of History” del fotografo belga Bart Michiels, che da otto anni va sui luoghi delle battaglie storiche a scattare foto. Lo scopo del Festival, oltre a raccontare col cinema, con le foto, con la musica storie di vite straordinarie, è soprattutto quello di raggiungere i ragazzi. Ecco perché quest’anno gli allievi della scuola pubblica Pistelli di Roma e gli allievi della Public School 140 nel Lower East Side di New York presentano i loro progetti di cortometraggi e fotografie ispirati al tema “Senza Frontiere” e prodotti grazie all’aiuto Melania Santoro e di Joy Episalla.

Il Festival è realizzato grazie al sostegno economico di Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali, e Postevita e al patrocinio di UNESCO, UNHCR (United Nation Commisioner for Refugees), New York Foundation for the Arts (NYFA), Agiscuola, Ministero dei Beni Culturali, Ministero degli Affari Esteri, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Università di Bologna – DAMS, Universita’ Roma Tre – DiCoSpe, Goethe Institute, Rome.

Per informazioni www.withoutbordersfilm.org/

Domani giornata dell’Europa, a Roma i film dei 27 a Parco Leonardo


Domani 9 maggio, in occasione della giornata dell’Europa, UGC Ciné Cité presenterà il cinema dei 27 Paesi appartenenti all’Unione Europea, per la quarta edizione in Italia.

27 film illustreranno le diversità culturali dei 27 Paesi e saranno proiettati nei cinema UGC Ciné Cité situati in 6 grandi città europee: Bruxelles, Roma, Madrid, Parigi, Lione e Strasburgo. Questa giornata celebra l’identità europea ricordando il cammino percorso dai Paesi membri nella costruzione di un patrimonio di valori comuni e condivisi.

Si segnalano il film spagnolo, ‘The Orphanage’, ed il film svedese, ‘Lasciami entrare’ (Låt den rätte komma in / Morse), entrambi horror di qualità già usciti in Italia; ‘Stages’ il film olandese, un dramma psicologico presentato all’ultimo Festival di Locarno; ‘Meeting the enemy’ un film sul tema della guerra proveniente dalla Slovacchia e ‘Our Beloved month of August’, una delle migliori produzioni portoghesi viste a Cannes. L’ Italia è rappresentata da ‘La casa sulle nuvole’ di Claudio Giovannesi distribuito dall’Istituto Luce. Domani alle 20.45, il regista e uno dei protagonisti Emanuele Bosi saluteranno il pubblico pima della proiezione alle 20.45.

In Italia, UGC Ciné Cité in collaborazione con l’associazione Eurovisioni, offre ai suoi spettatori l’opportunità di conoscere l’originalità e la ricchezza della produzione cinematografica dei Paesi dell’Europa, presentando i film in versione originale sottotitolata (italiano o inglese) a UGC Ciné Cité Parco Leonardo.
In concomitanza alla giornata 9 maggio UGC Ciné Cité dedica un omaggio speciale al cinema italiano da venerdì 8 a giovedì 14 maggio, con proiezione dei maggiori successi della stagione come ‘Il Divo’, ‘Gomorra’, ‘Pranzo di Ferragosto’, ‘Caos Calmo’, ‘Si può far’e, ‘Tutta la vita davanti’, ‘Solo un Padre’.

L’edizione italiana di “UGC festeggia l’Europa” è patrocinata dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, dal Comune di Roma e dal Comune di Fiumicino.

Talenti autentici della Provincia di Roma: Zingaretti premia i 27 under 35


Avete mai pensato di poter avere un attestato di “Talento autentico della Provincia di Roma”???

È quello che hanno avuto gli 86 finalisti che hanno partecipato alla manifestazione tesa a valorizzare i giovani talenti della Provincia di Roma under 35.

Questo pomeriggio, a Palazzo Valentini, sono stati premiati i migliori dal presidente della Provincia Nicola Zingaretti. 27 i vincitori del “Cavalierato giovanile”. Si sono aggiudicati una menzione d’onore, invece, l’imprenditore Luca Ascani, il ricercatore Ruggiero Mango e la nuotatrice Alessia Filippi, argento alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Erano state 299 le candidature che erano pervenute dal 10 febbraio al 20 marzo sul sito dedicato alla manifestazione. I 27 vincitori, oltre ad essere nel “cavalierato”, hanno ricevuto un buono di 700 euro per i libri Adelphi. Alle tre menzioni d’onore, invece, un buono da 1000 euro.

Ideata da Giovanni Assogna, l’obiettivo era chiaro: valorizzare i talenti della provincia che si sono distinti nel campo scientifico, imprenditoriale, universitario, delle arti e dello sport. Non saranno certo veri Cavalieri, come quelli nominati dal presidente della Repubblica, ma risulta essere comunque un piccolo segnale che va incontro ai talenti attuali.

Nicola Zingaretti il 10 febbraio – quando è stata presentata l’iniziativa – aveva detto “Proprio nell’anno europeo della creatività la Provincia di Roma mette in campo idee per aggredire il cancro tutto italiano della mortificazione del merito, che muore asfissiato dalla burocrazia. Questo Paese, che vive una fase drammatica dal punto di vista produttivo, ha bisogno di una boccata d’ossigeno attraverso un sostegno a chi merita”.

Pensateci giovani virtuosi, il prossimo anno potreste esserci anche voi!

Comune, Provincia e Regione a confronto: “Roma città dell’energia e dell’innovazione”

Roma capitale della sostenibilità, dell’innovazione, dell’energia efficiente, del riciclaggio. E’ l’obiettivo al centro del convegno “Roma, città dell’energia e dell’innovazione? Il futuro di Roma: vocazioni, programmi e risorse per un nuovo sviluppo della città”, in programma domani alla Città dell’Altra Economia in largo Dino Frisullo, nell’ex Mattatoio di Testaccio, dalle 9 alle 14.

L’incontro, promosso dall’associazione Eventi 2.0, ha il contributo del Comune (Assessorato all’Ambiente) e il patrocinio di Provincia e Regione. Il dibattito ruota intorno all’equazione “tecnologia e questione energetica = opportunità di sviluppo”. Un’opportunità, affermano gli organizzatori, che per la Capitale è una via obbligata: Roma non può permettersi di trascurare l’elemento sostenibilità nel proprio sviluppo economico.

Nel corso del meeting si parla dunque di protezione e valorizzazione dell’ambiente, con l’idea di mettere in rete le molte esperienze e conoscenze di cui la città dispone in questo campo, in un panorama che supera i confini cittadini per considerare la questione energia e sviluppo su scala regionale. Al dibattito parteciperanno esperti, autorità, amministratori pubblici, ricercatori, rappresentanti del mondo imprenditoriale.

Qualche nome: il sindaco Alemanno, i presidenti Marrazzo (Regione Lazio) e Zingaretti (Provincia di Roma), l’assessore capitolino all’Ambiente Fabio De Lillo, il presidente della Camera di Commercio di Roma Andrea Mondello, l’assessore regionale Di Carlo (Politiche per la Casa); il presidente dell’Enea, Paganetto.

Per iscrizione, informazioni e dettagli, scrivere a a.brunetti@delfia.it.

Sicurezza stradale: provincia di Roma e Ania firmano un protocollo

Un protocollo d’intesa tra la Fondazione Ania e la Provincia di Roma, firmato non in una sede istituzionale, ma in una scuola, all’Istituto tecnico Commerciale ‘Leonardo da Vinci’ di Roma. Il tema lo imponeva: sicurezza stradale fa ormai rima con giovani, sempre piu’ protagonisti delle strade cittadine a bordo di minacar – per le quali il limite d’eta’ e’ posto a 16 anni -, scooter e auto.

Educazione stradale e corsi di guida sicura nelle scuole, dispositivi satellitari per la sicurezza delle donne, formazione teorica e pratica per gli autotrasportatori sono gli aspetti principali che figurano nel protocollo siglato stamani dal presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e dal presidente della Fondazione Ania, Sandro Salvati. Secondo dati Istat del 2008, la provincia di Roma ha registrato il maggior numero di vittime tra tutte le province italiane, ed e’ al secondo posto, dopo quella di Milano, per numero di incidenti.

‘E’ un’emergenza che vogliamo contrastare – ha affermato Zingaretti- per questo e’ necessaria una mobilitazione sulla sicurezza stradale mettendo in campo tante iniziative che hanno a cuore questo tema. Da una parte le istituzioni che fanno investimenti e cercando di migliorare la realizzazione delle strade, dall’altra i ragazzi che si responsabilizzano. Ed ecco perche’ la scelta di presentare il protocollo all’interno di una scuola’. L’accordo prevede, per i giovani, la distribuzione di materiale informativo a tutte le scuole della provincia: circa 70mila ragazzi di eta’ compresa tra i 14 e i 16 anni, infatti, riceveranno il cd ‘patentino on line’, che consentira’ loro di accedere gratuitamente all’esame per il conseguimento del certificato di idoneita’ per il ciclomotore.

Sempre per la categoria under 16 verra’ promosso il progetto ‘Ania Campus’, che consiste in corsi teorici e pratici per la guida dei motorini. Per quanto riguarda gli adulti, invece, la Fondazione Ania fornira’ le ‘scatole rosa’, dispositivi satellitari per la sicurezza stradale delle donne al volante. Collegata 24 ore su 24 con una centrale operativa, la ‘scatola rosa’ rileva, in tempo reale, un eventuale incidente. Per i professionisti della strada, infine, verranno messe a disposizione risorse per far si’ che gli autotrasportatori della provincia di Roma effettuino corsi di formazione.

‘I progetti elaborati con la Provincia di Roma- ha concluso Salvati- sono un forte segnale di sensibilita’ da parte della pubblica amministrazione. Siamo convinti che solo facendo ‘sistema’, attraverso la creazione di rapporti stabili con le istituzioni, si possano raggiungere risultati soddisfacenti e salvare numerose vite’. Una mattinata animata dall’attore brillante Enrico Brignano che tra una battuta e una risata e’ riuscito a tenere desta l’attenzione dei ragazzi, trovando anche il modo di puntare il dito contro ‘quelle case automobilistiche che producono macchine che vanno a 240 all’ora: ma per andare dove?’.

Il Comune di Roma: “Un bollino anti-sisma per le case”

protcivuomini--200x150

Ieri due scosse, all´alba e alle 21.39, hanno nuovamente gettato nell´ansia i romani. Al punto che in appena 12 ore, dalle 20 di mercoledì alle ore 8 di ieri, i vigili del fuoco del comando provinciale di Roma hanno effettuato 175 verifiche di stabilità di edifici e appartamenti.

«In città non c´è nessun rischio specifico» assicura il sindaco Gianni Alemanno che però, dopo aver annunciato nei giorni scorsi l´istituzione di un ufficio tecnico per verificare la stabilità dei palazzi, ribadisce la necessità di monitorare attentamente la situazione degli edifici capitolini. «Dopo Pasqua, appena sarà passata l´emergenza – dice il sindaco – faremo il punto sulla situazione, perché i crolli che sono avvenuti a L´Aquila ci impongono di essere costruttivi e vigili. Bisogna fare in modo che tutte le norme tecniche vengano rispettate. I palazzi non devono crollare».

Proprio per garantire la stabilità degli edifici e prevenire tragedie come quella abruzzese, l´assessore capitolino all´Urbanistica Marco Corsini ha annunciato l´istituzione di una sorta di “bollino di qualità”. «Per gli edifici ci deve essere l´obbligo di far redigere il fascicolo del fabbricato, un documento che ne attesti le caratteristiche del profilo di idoneità statica – ha detto l’assessore – una specie di bollino di qualità, sia per gli edifici pubblici che per quelli privati». Un marchio che servirà a prevenire crolli, emergenze e tragedie in caso di terremoti o calamità naturali. A ribadire la necessità di controlli è anche il sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro, che chiede al sindaco Alemanno di monitorare «le crepe apparse in questi giorni su alcuni palazzi di via Andrea Doria, via Santamaura e via Tunisi».

Prosegue intanto l´impegno della Provincia di Roma, che, come precisa l´assessore provinciale alla Sicurezza Ezio Paluzzi, “ha predisposto una serie di interventi e di verifiche sugli edifici scolastici per verificare la stabilità dei plessi e consentire la riapertura delle scuole in completa sicurezza»” Ieri il consiglio provinciale, su proposta del presidente Pina Maturani, prima dell´apertura dei lavori dell´aula ha osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del sisma. Poi, all´unanimità, ha approvato una mozione in cui impegna il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e la giunta a promuovere una serie di iniziative di solidarietà per la popolazione colpita dal terremoto.

Sisma in Abruzzo, dalla Provincia di Roma 500mila euro. Zingaretti in viaggio verso L’Aquila

sisma

A seguito della tragedia che ha colpito l’Abruzzo, la Provincia di Roma ha deciso di costituire un fondo di 500mila euro a servizio della protezione civile e delle sue strutture per aiutare la popolazione vittima del sisma. I fondi serviranno per acquistare beni primari necessari nell’emergenza di queste ore, per individuare gli alloggi per una parte degli sfollati e per ripristinare la viabilità in quell’area. “Credo, infatti, che sia importante – ha annunciato il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti – far sentire ai cittadini abruzzesi la vicinanza da parte di tutte le istituzioni per affrontare questa emergenza che non ha colpito solo l’Abruzzo, ma tutto il Paese”.

“Già dalle prime ore di lunedì mattina – aggiunge Zingaretti – la Provincia di Roma ha inviato 40 agenti e 20 pattuglie a sostegno della Protezione Civile e dei tanti volontari che erano sul posto. Nel corso della giornata è stato effettuato un monitoraggio degli edifici e nelle scuole di quei Comuni del territorio della provincia di Roma che hanno risentito maggiormente del terremoto e sono stati effettuati interventi lungo le infrastrutture di collegamento per ripristinare al più presto la viabilità”.

“Le Forze della Protezione Civile provinciale – conclude Zingaretti – coordinate da Luca Odevaine, sono rimaste per l’intera giornata in stretto collegamento con la Protezione Civile Regionale. Infine, sono stati messi a disposizione anche generatori e defribillatori che restano disponibili a chiamata”.

Su invito del presidente della Provincia dell’Aquila, Stefania Pezzopane, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e una delegazione della Provincia sono in viaggio verso l’Aquila per incontrare le autorita’, definire le iniziative operative dei prossimi giorni e il coordinamento dei Comuni limitrofi che si stanno prodigando negli aiuti alla popolazione colpita dal terremoto. Le Province di Roma e dell’Aquila, si legge in una nota, ”sono unite da un forte legame di solidarieta’ e cooperazione formalizzato solo pochi giorni fa con la firma del protocollo ‘Province sorelle”’.

“Siamo vicini alle popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo. Già da questa notte, in collegamento con la Protezione civile regionale, la Provincia di Roma si è attivata per contribuire agli aiuti”. Lo dichiara in una nota l’assessore provinciale alle Politiche della Sicurezza e Protezione civile Ezio Paluzzi. Sono pronti per essere inviati mezzi sanitari, camion, ruspe e tende ed è attivo un coordinamento delle risorse disponibili dei Comuni del territorio.