Musica a Roma, questa sera ultimo appuntamento per “Toccata e fuga”

Stasera è in programma l’ultimo appuntamento di “Toccata e Fuga”, la kernesse itinerante ideata per i turisti, che con i suoi spettacoli in alcune delle più belle piazze di Roma ha visto anche la partecipazione di molti residenti rimasti in città.

Ogni serata ha proposto un repertorio di massima, tra arie d’opera, canzoni popolari, musica e danza, lasciando spazio all’improvvisazione degli artisti e agli umori della piazza. Venerdì 14 la serata in piazza di Spagna è culminata in uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Toccata e Fuga, vacanze romane a tempo di musica
Il programma dell’ultima serata

Lunedì 17 agosto dalle 21.15 a Piazza Navona e dalle 22.30 a Piazza di Spagna
Nessun Dorma (Turandot), Vesti La Giubba (Pagliacci), Habanera (Carmen), Largo al factotum (il barbiere di Siviglia), Tace il labbro (La Vedova Allegra), Arrivederci Roma e O’Sole mio. Danze sulle musiche dei film “La Strada” e “West Side Story”. ”

Altre informazioni al numero di telefono 060608
e sul sito del Turismo del Comune di Roma

Conto record per due giapponesi, denunciato noto ristoratore romano. Chiuso il ristorante per carenze igieniche

Pranzo salato per due fidanzatini giapponesi in vacanza a Roma: al momento di pagare si sono visti presentare un conto da 580 euro. Dopo le proteste (inutili), la coppia ha scelto di farsi valere raccontando l’accaduto alla polizia. E così il titolare del “Passetto”, noto ristorante di via Zanardelli, a pochi passi da piazza Navona, è stato denunciato dalla polizia per truffa ai danni dei giapponesi e il locale è stato chiuso per gravi carenze igienico-sanitarie.

Dopo aver consumato due pranzi completi, con vino e acqua, alla coppia è stato portato un conto di 579.50 euro. In un primo momento i due turisti hanno pensato a un errore, ma i dubbi sono venuti meno quando sono tornati in possesso della carta di credito: sulla ricevuta risultava che al totale era stata addirittura aggiunta una «piccola» mancia di 115,50 euro, prelevata senza la loro autorizzazione. Di fronte alle proteste, il ristoratore è rimasto irremovibile ribadendo che quelli erano i prezzi normali del locale. Così i due hanno presentato una denuncia al commissariato Trevi Campo Marzio.

Gli agenti hanno compiuto i controlli nell’esercizio commerciale ed è emerso che i prezzi applicati ai due giapponesi non corrispondevano a quelli del menù. Gli agenti hanno anche richiesto i controlli sanitari da parte del Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl Roma, che ne ha disposto l’immediata chiusura per gravi carenze igienico sanitarie, dopo aver riscontrato carenze strutturali, ambienti sporchi e frigoriferi non funzionanti.

Domenica 24 maggio, giornata di yoga in piazza Navona a Roma

Domenica 24 Maggio dalle 10 alle 18, YogaAid in collaborazione con Odaka Yoga Contemporaneo e YogaFestivalRoma saranno con 20 scuole di Yoga insieme per far conoscere, capire, scoprire lo yoga.

L’iniziativa è aperta a tutti i praticanti, principianti, semplici curiosi. Non occorre prenotare.
Nel centro storico di Roma si terranno due manifestazioni complementari ma distinte allo scopo di coinvolgere la città a scoprire questa antichissima disciplina indiana.

Si comincia al mattino di domenica alle ore 10 con YogaAid, set di yoga a scopo benefico organizzato da Okada Yoga Contemporaneo.
Si tratta dell’edizione italiana di un evento no profit già molto conosciuto all’estero: nel 2008 lo YogaAid si è svolto in 27 paesi del mondo. 15 Maestri di grande qualità saranno impegnati in 108 Saluti al sole coinvolgendo un folto numero di praticanti, principianti, semplici curiosi.
Una prova di amore per lo yoga e una prova per se stessi. Il Saluto al Sole è una pratica completa che contiene posizioni (asana), respirazione (pranayama) e meditazione (mantra), uno dei metodi più efficaci per un risveglio energetico. Un esercizio ritmico che allena potentemente il corpo e rende più energica anche la mente. Come tutte le pratiche yoga, anche il Saluto al sole rappresenta un ideale antidoto contro lo stress e i vari disturbi fisici.
L’obiettivo di YogaAid è la raccolta fondi a favore di Medici Senza Frontiere

Nel pomeriggio, invece, spazio a YogaBlitz, quattro ore di yoga gratuito, evento aperto a tutti che anticipa YogaFestival Roma, tre giorni di YOGA a Villa Doria Pamphilj, dal 5 al 7 giugno.
Durante il pomeriggio romano Maestri provenienti da tutto il territorio propongono una lezione di Yoga, breve (1 ora) e gratuita, aperta a tutti, per sostenere lo scopo del festival: offrire a più persone possibili questo potente strumento per arrivare al benessere interno ed esterno, per affrontare meglio questi tempi agitati.
Una meravigliosa occasione per sperimentare lo Yoga, un evento straordinario da non perdere.

Yoga Blitz: il programma completo:

ore 14/15 YOGA FLOW – conduce Claudia Nizza
ore 15/16 ANUSARA YOGA – conduce Patrizia Rossi
ore 16/17 IYENGAR YOGA – conduce Sandra Bertana
ore 17/18 HATHA YOGA – conduce Scuola Superiore di Yoga Upter Sport
ore 18/19 YOGA CONTEMPORANEO – conduce Maestro Lau Wan Shun/Centro Odaka.

I rappresentanti di Medici Senza Frontiere saranno presenti per tutta la giornata, proprio, con un desk di raccolta fondi.

Non occorre prenotare, basta presentarsi in piazza qualche minuto prima delle lezioni in abiti comodi.

Per informazioni YogaFestival – YogaBlitz 0242250181 – 349/3899513 Odaka Yoga Contemporaneo 068074666 – 389/5103862

Mail info@yogafestival.it

Piazza navona, è guerra fra residenti ed avventori notturni

piazza navona di notte

Piazza Navona, è una delle piazze più belle d’Italia, probabilmente una delle piazze più belle del mondo.
Di chi è questa piazza?
Di tutti ci si aspetterebbe come risposta sensata.
E invece proprio no, la piazza è di colo che ci hanno comprato casa.
Le persone si accalcano nella piazza fino anotte fonda e gli esercizi sono aperti oltre le due.

“Stop al degrado a piazza Navona”. È l´appello accorato che lanciano i residenti.

L´associazione “piazza Navona e dintorni” ha avviato una raccolta firme e stanno anche valutando tutti i dati in loro possesso per invocare il comitato della Salute Pubblica.

Flaminia Borghese «I locali che chiedono la protrazione d´orario sono finti laboratori sono paninerie, kebab e pizzerie al taglio. Hanno a disposizione spazi molto piccoli, così tutti gli avventori bevono e mangiano in strada e noi non possiamo più dormire. È un inferno notturno e la mattina a terra non ci sono altro che birre e cartacce È una battaglia continua contro il nostro diritto a dormire la notte c´è chi scende in strada in pigiama per fermare persone che gridano con i megafoni. C´è chi cerca di parcheggiare e gli tirano bicchieri contro le macchine. Non ce la facciamo più. I commercianti si sentono le spalle coperte e sono sempre più arroganti, ma anche noi vogliamo essere tutelati. Esasperati molti cittadini tirano l´acqua dalle finestre. È insomma un bell´esempio questo centro storico agli occhi dei turisti che vedono giovani urinare davanti ai palazzi storici della città».

Una veglia conto il DDL sicurezza –immigrazione a Piazza Navona.

Il Comitato di David Sassoli, esponente PD in corsa per le europee, ha convocato una veglia “civile di indignazione contro il ddl sicurezza –immigrazione” per l’11 maggio, alle ore 21 in piazza Navona a Roma. L’obiettivo e’ “riflettere e protestare contro il clima che sta montando nei confronti degli extracomunitari”. Alla veglia sono invitati, movimenti, associazioni, sindacati e tutti le altri componenti della societa’ civile.
Info: http://www.davidsassoli.it/

Si apre la caccia alla ricerca del misterioso Ruyi a Roma.

DSC01606Venerdì 3 aprile alle 21.30 in Piazza Navona c’e’ un appuntamento imperdibile: una caccia al tesoro, un evento “sincronizzato” whaiwhai, attraverso i luoghi e le storie del Ruyi, che avrà inizio nello stesso momento ma a molti chilometri di distanza a Roma e a Venezia. Centinaia di persone si metteranno alla ricerca del Ruyi, il leggendario scettro dell’imperatore cinese Qubilay Khan, portato a Venezia sul finire del Duecento da Marco Polo e giunto a Roma sul finire del Quattrocento nelle mani di Rodrigo Borgia, prima di cambiare forma grazie a Benvenuto Cellini nel corso del sacco di Roma, per evitare che Carlo V e i suoi lanzichenecchi potessero trovarlo. Scopo del gioco è ritrovare il Ruyi prima che possa impossessarsene la potente Confraternita degli Invincibili. Leggi tutto »

Piazze sotto tutela, presentato il regolamento

concerto_primo_maggio_san_giovanni_roma.jpg
E’ stato presentato nella giornata di ieri in Campidoglio il nuovo regolamento per l’utilizzo delle piazze del centro storico. Un progetto significativo che intende gestire con regole precise gli spazi pubblici, dando ampio spazio alla cultura ma limitando fortemente le attività che ora vi si svolgono. Addio ai mercatini a cielo aperto e ad altre attività commerciali, limite di due manifestazioni al mese per ciascuna piazza.
Vi si potranno tenere anche incontri sindacali o politici, senza comunque superare il limite imposto. Il che comporta una forte limitazione, tenendo conto di quante associazioni, organizzate e non, sfilano e si ritrovano ogni anno nelle piazze di Roma.
Il progetto è frutto di una consultazione tra rappresentanti comunali e associazioni di residenti e commercianti, e comprende piazze celebri come Santa Maria in Trastevere, Largo Argentina, Piazza Navona, San Giovanni, Piazza di Spagna, Piazza del Popolo, Piazza della Repubblica.

Minacce da ultrà di destra a “Chi l’ha visto?”

scontripiazzanavonaMinacce di ritorsione sono giunte nella mattinata di oggi alla redazione di “Chi l’ha visto?” dopo il servizio di ieri sera in cui venivano mostrate immagini inedite dell’aggressione ad un gruppo di giovani in piazza Navona, mercoledì scorso, durante la manifestazione studentesca contro la riforma della scuola.
“Abbiamo visto la vostra trasmissione dove chiedete nome, cognome e indirizzi di chi è stato fotografato. Noi faremo lo stesso con tutti voi: chi ha visto voi; chi lavora con voi; dove abitate, e poi verremo sotto le vostre case”. Queste le parole pronunciate dall’altra parte del telefono alla redazione della trasmissione, anche se i giornalisti negano di aver mai chiesto aiuto ai telespettatori per l’identificazione dei giovani mostrati nel video.
intanto ieri notte una trentina di ultrà di destra, con il viso coperto da passamontagna hanno scavalcato i cancelli della sede rai di via Teulada, lanciando uova marce contro le pareti. Sono fuggiti prima che arrivasse la Polizia, ma stamane, telefonate di rivendicazione e minaccia a nome di Forza Nuova.
Netta la posizione sugli episodi di Paolo Ruffini, direttore di Raitre.”Noi possiamo solo dire che non ci lasceremo spaventare, e che continueremo a fare il nostro lavoro. Come ogni giorno”.