Roma parcheggio a pagamento, introiti in crescita

A Roma il ricavo medio giornaliero per posto auto entro strisce blu è aumentato del 3,5% dal 2007 ad oggi. Nello stesso periodo, gli ausiliari del traffico hanno elevato un 17% di multe in più per mancato rispetto delle regole da parte degli automobilisti ai parcheggi a pagamento.

Lo rende noto Atac, a margine dell’avvio di una nuova ricerca (la prima dal primo trimestre 2007) dell’Agenzia per il Controllo e la Qualità dei Servizi Pubblici Locali sulla sosta tariffata a Roma.

Un risultato, commenta Atac, destinato ad “influire positivamente sull’abbattimento del livello di evasione, ingenerando comportamenti positivi in quanti utilizzano la sosta su strada”.

Dal Comune di Roma novità per i parcheggi riservati ai disabili


Criteri oggettivi di valutazione e abbattimento dei tempi per il rilascio dei contrassegni per i parcheggi riservati ai disabili: queste le novità approvate dal Consiglio comunale con una delibera, proposta dall’assessorato alle Politiche sociali, che modifica e integra il Regolamento comunale per l’assegnazione dei contrassegni per gli spazi sosta per disabili.

Le commissioni preposte a ricevere e valutare le richieste di assegnazione passano da una a cinque, una per ogni distretto capitolino; ogni commissione – costituita da un presidente, un medico legale della Asl di riferimento, un rappresentante dell’Ufficio Interdisciplinare Traffico e Segnaletica (U.T.I.S.) del Municipio, un rappresentante della Consulta municipale sui problemi dell’handicap – dura in carica due anni e si riunisce ogni settimana.

Tempi di rilascio: ad oggi si esamina una media di 25-30 pratiche ogni settimana. Con la moltiplicazione delle commissioni, si arriverà ad esaminarne circa 150 a settimana e quindi ad azzerare le liste d’attesa in pochi mesi.

Criteri di valutazione delle domande. Con la delibera sono stati individuati tre criteri di valutazione ai quali le commissioni devono attenersi nell’esame dei casi di particolare rilevanza: 1- persone con patologie gravi che compromettano fortemente la normale mobilità e l’uso di mezzi pubblici di trasporto; 2- persone con disabilità intellettiva che non renda possibile l’uso di mezzi di trasporto pubblico e che non possano essere lasciate sole; 3- persone con capacità di deambulazione permanentemente ridotta, non abilitate alla guida e che necessitino di essere trasportate con frequenza nel corso della settimana, in relazione ad attività lavorative, studio o sanitarie dimostrate.

“Una volta a regime, il nuovo regolamento consentirà l’azzeramento delle liste d’attesa e una maggiore trasparenza nei criteri di valutazione delle domande, che prima erano lasciati alla discrezionalità della commissione. Inoltre, la dislocazione delle commissioni nei 5 distretti Asl permetterà ai cittadini di accedere più facilmente agli sportelli e, dunque, di avere informazioni nel minor tempo possibile sullo stato di valutazione della propria pratica”, ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali Sveva Belviso.

Le nuove regole contro il parcheggio selvaggio all’Olimpico.

20090111_olimpico_strade.jpgLe strade intorno allo stadio Olimpico sono sempre soggette, in particolare durante le partite di calcio, al parcheggio selvaggio. Macchine in doppia fila o nel mezzo della carreggiata intasano la viabilità romana nel quartiere.
A tal fine e’ stato approvato il nuovo piano di viabilità disegnato dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, su proposta del questore di Roma, Giuseppe Caruso, per motivi di ordine e sicurezza pubblica. Leggi tutto »