I municipi di sinistra contro il Comune di Roma: “Ci discrimina e finanzia gli amici”

I presidenti dei municipi di centrosinistra attaccano duramente l’assestamento di bilancio: «Il Consiglio comunale ha sottratto due milioni di euro ai municipi per distribuirli ad amici e compari attraverso un bando per attività folcloristiche, culturali e sportive: una colossale operazione clientelare come da tempo non se ne vedevano». Lo affermano Orlando Corsetti (I), Dario Marcucci (III), Ivano Caradonna (V), Gianmarco Palmieri (VI), Roberto Mastrantonio (VII), Susi Fantino (IX), Sandro Medici (X) Andrea Catarci (XI), Gianni Paris (XV), Fabio Bellini (XVI) e Antonella De Giusti (XVII) dopo la pubblicazione sul sito del Comune degli esiti del bando di ferragosto.

«È gravissimo – spiegano – aver ulteriormente indebolito i bilanci municipali, per finanziare attività grottesche, tipo le lotte dei gladiatori, o associazioni razziste e fascisteggianti come Casa Pound. Gianni Alemanno e i suoi assessori – concludono – finora silenti, sono d’accordo con quest’uso clientelare dei soldi comunali? Facciamo appello alle altre istituzioni la Provincia e la Regione, affinché contribuiscano a integrare i nostri bilanci».

Non si fa attendere la risposta di Nicola Zingaretti, il presidente della Provincia: «La denuncia è un grido di dolore che va ascoltato – dice -. Credo sia profondamente sbagliato penalizzare i municipi. Uccidere il decentramento significa colpire la qualità della vita dei quartieri». E annuncia che “la provincia ha varato un bando da un milione e mezzo di euro per finanziare iniziative di aggregazione sociale. Noi ­conclude Zingaretti – lo abbiamo fatto senza porre alcuna distinzione sul colore politico delle varie amministrazioni muncipali”.

Quarantamila persone a Roma per la decima edizione di “Race for the Cure”

Si è svolta ieri la decima edizione della Race for the Cure, competizione a cui hanno partecipato 40mila persone. La corsa contro i tumori al seno organizzata dalla Komen Italia, una societa no profit finalizzata alla raccolta di fondi per la ricerca sul cancro, ha decretato il suo successo di adesioni. Il via alla minimaratona di 5 chilometri è stato dato dalle testimonial Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi, dal presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, dal presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. Tra le istituzioni presenti, Isabella Rauti, Capo Dipartimento delle Pari Opportunità che con la sua struttura ha formato una folta squadra di partecipanti alla Race.

Presenti, anche alla premiazione, molti altri personaggi pubblici e sportivi come Giulio Scarpati, Livia Azzariti, Francesco Rocca, Alessandra Sensini, Patrizia Prestipino ed Eric Brinker, nipote di Susan Komen, la donna che morì di tumore del seno all’età di 36 anni negli Stati Uniti e che ha ispirato la sorella Nancy Brinker nell’ideazione di questa manifestazione di solidarietà in tutto il mondo. “La risposta che ha dato oggi Roma alla nostra manifestazione è motivo di grande gioia e speranza per le oltre 37 mila donne che si ammalano ogni anno in Italia per un tumore del seno”, ha dichiarato il professore Riccardo Masetti, direttore del Centro di Senologia del Policlinico Gemelli di Roma e presidente della Komen Italia. “Con la prevenzione – ha spiegato – il tasso di mortalità può scendere notevolmente, ed è grazie a una partecipazione di pubblico così alta che si può far circolare con maggior efficacia questo messaggio. Il mio grazie sincero va agli oltre 40 mila partecipanti, alle istituzioni e alle aziende che hanno creduto ancora una volta nelle potenzialità della Race for the Cure e che hanno a cuore la salute di tutte le donne”.

Ecco i vincitori della gara sportiva: per 5 chilometri maschile ha primeggiato Gianluca Bonanni con il tempo 15’47, secondo classificato Fabio Rea con 16’16 seguito da Simone Piferi giunto al traguardo solo un centesimo più tardi. Tra le donne, Ewa Wojcieszek, ha vinto per la quarta volta la Race for the Cure correndo in 17’34. Secondo posto per Jocelyne Farruggia con 17’44 e terzo posto per Alessandra Novello arrivata con il tempo di 17’46.

I fondi raccolti durante questa edizione della Race for the Cure di Roma saranno destinati al finanziamento di nuovi progetti di prevenzione, educazione e cura del tumore del seno in Italia e per la creazione di borse di studio per giovani ricercatori italiani. Tra i progetti finanziati con l’edizione precedente della Race for the Cure, spicca il ‘Villaggio della Prevenzionè, che si è svolto alle Terme di Caracalla e che ha permesso di offrire gratuitamente oltre 650 esami a donne appartenenti a comunità disagiate, diagnosticando in una sola giornata 6 casi sospetti e 3 casi di tumore del seno.

Talenti autentici della Provincia di Roma: Zingaretti premia i 27 under 35


Avete mai pensato di poter avere un attestato di “Talento autentico della Provincia di Roma”???

È quello che hanno avuto gli 86 finalisti che hanno partecipato alla manifestazione tesa a valorizzare i giovani talenti della Provincia di Roma under 35.

Questo pomeriggio, a Palazzo Valentini, sono stati premiati i migliori dal presidente della Provincia Nicola Zingaretti. 27 i vincitori del “Cavalierato giovanile”. Si sono aggiudicati una menzione d’onore, invece, l’imprenditore Luca Ascani, il ricercatore Ruggiero Mango e la nuotatrice Alessia Filippi, argento alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Erano state 299 le candidature che erano pervenute dal 10 febbraio al 20 marzo sul sito dedicato alla manifestazione. I 27 vincitori, oltre ad essere nel “cavalierato”, hanno ricevuto un buono di 700 euro per i libri Adelphi. Alle tre menzioni d’onore, invece, un buono da 1000 euro.

Ideata da Giovanni Assogna, l’obiettivo era chiaro: valorizzare i talenti della provincia che si sono distinti nel campo scientifico, imprenditoriale, universitario, delle arti e dello sport. Non saranno certo veri Cavalieri, come quelli nominati dal presidente della Repubblica, ma risulta essere comunque un piccolo segnale che va incontro ai talenti attuali.

Nicola Zingaretti il 10 febbraio – quando è stata presentata l’iniziativa – aveva detto “Proprio nell’anno europeo della creatività la Provincia di Roma mette in campo idee per aggredire il cancro tutto italiano della mortificazione del merito, che muore asfissiato dalla burocrazia. Questo Paese, che vive una fase drammatica dal punto di vista produttivo, ha bisogno di una boccata d’ossigeno attraverso un sostegno a chi merita”.

Pensateci giovani virtuosi, il prossimo anno potreste esserci anche voi!

Firma la petizione per le Metropolitane di Roma!.

metropolitana_roma2Per il prolungamento delle Metro B2 da Rebibbia a Casal Monastero, per la nuova
Metro D da Fermi ai Prati Fiscali, per il completamento delle linea C fino a Clodio.
Per la chiusura dell’anello ferroviario ed il potenziamento dei treni metropolitani.
Per i previsti prolungamenti della linea A verso Casalotti e Casal Selce a nord e verso Romanina a sud, della linea B1 verso Bufalotta ed il Gra a nord e oltre Laurentina a sud, della linea C verso Farnesina e Grottarossa e da Teano verso Ponte Mammolo,della linea D da Grottaperfetta a Talenti. Leggi tutto »