Roma, i nuovi orari dei bus del Mare, fino al 27 settembre

Con la fine di agosto è terminata l’alta stagione e a Roma i bus delle linee Mare rallentano il ritmo.

La 070 Express che da viale America collega la via litoranea, ora effettua passaggi ogni 30 minuti nei giorni feriali mentre in quelli festivi le partenze dai capolinea restano fissate a intervalli di 10 minuti.

Si adatta alle nuove esigenze anche la linea 07. Il servizio ora è svolto con normali bus da 12 metri che prendono il posto dei jumbobus. Le partenze, inoltre, saranno ogni 30 minuti nei giorni feriali e ogni 10 in quelli festivi.

Invariato il servizio della 062 con partenze ogni 23 minuti nei giorni feriali e ogni 13 minuti in quelli festivi.

Tutti al mare: ci sono più autobus da Roma!


La stagione balneare è in pieno corso su tutto il litorale romano e sono su strada, già dal 25 aprile, i bus delle “linee mare” che portano i passeggeri davanti alle spiagge, senza stress da traffico e da parcheggio. Sono lo 07 e lo 070 Express, linee che, con l’arrivo dell’estate, vedono aumentare la frequenza delle corse.

Da sabato 20 giugno, lo 07, che va dalla stazione Colombo (Ostia Lido) a Torvaianica, viaggia il sabato e i festivi con una corsa ogni cinque minuti, nei feriali con una ogni dieci minuti. Per la stagione estiva, inoltre, aumenta anche la disponibilità di posti, grazie all’impiego delle vetture da 18 metri.

Lo 070 Express anche quest’anno viene prolungato verso il litorale, con corse ogni 10 minuti, da lunedì 22 non solo il sabato e i festivi, ma anche tutti i giorni feriali, fino alla fine di agosto. In servizio d’inverno tra la fermata Eur Fermi della metro B e la stazione Colombo di Ostia, d’estate lo 070 arriva fino a Torvaianica percorrendo la litoranea. Come lo 07, è per eccellenza l’autobus della spiaggia comunale libera di Castelporziano (che i romani chiamano ‘i cancelli’, riferendosi ai nove ingressi).

Stagione estiva a pieno regime anche per la ferrovia Roma-Lido, con il potenziamento della linea il sabato (181 corse, 20 in più) e la domenica e i festivi (150 corse, 44 in più).

Tutte le informazioni sul trasporto pubblico su www.atac.roma.it.

In tempi di crisi ad Ostia ingressi gratis negli stabilimenti

Per combattere la crisi gli stabilimenti di Ostia aprono le porte a tutti, non solo ad abbonati e giornalieri. Così il cartello obbligatorio da affiggere all’ingresso accanto ai prezzi, “Transito libero per accedere al mare”, imposto dalla commissione regionale Turismo (che prevede l´ingresso gratuito per chi vuole raggiungere la battigia) diventa un´ancora di salvezza per i titolari.

La motivazione è semplice. Spiegano i gestori «Ogni giorno arrivano persone che chiedono di entrare solo per fare due passi e poi prendersi un caffè o un panino al bar. Per noi è comunque un cliente e lo trattiamo come tale». E l´ingresso sul litorale resta garantito e gratuito per accedere alla battigia anche negli stabilimenti considerati a “cinque stelle”, che generalmente consentono l´ingresso solo agli abbonati, come “La Casetta” e lo “Sporting beach”.

La possibilità di entrare gratis negli stabilimenti per una consumazione veloce e una breve passeggiata, piace soprattutto al popolo del mare. Si può pranzare e stare al mare quanto si vuole. Con i tempi che corrono, non è poco.

In bus verso le spiagge romane: le “linee mare”

La stagione balneare è ormai in pieno corso su tutto il litorale romano e sono tornati su strada, già dal 25 aprile, i bus delle “linee mare” che portano i passeggeri davanti alle spiagge (senza stress da parcheggio). Sono lo 07 e lo 070 Express. Ecco i percorsi e gli orari.

Lo 07 va dalla stazione Colombo (Ostia Lido) a Torvaianica. Viaggia tutti i giorni (ora con più posti a disposizione, grazie all’impiego di bus da 18 metri): il sabato e i festivi passa una vettura ogni dieci minuti, nei feriali una ogni quarto d’ora (fino al 19 giugno).

Lo 070 Express anche quest’anno viene prolungato verso il litorale, con corse giornaliere, una vettura ogni mezz’ora. In servizio d’inverno tra la fermata Eur Fermi della metro B e la stazione Colombo di Ostia, d’estate arriva fino a Torvaianica percorrendo la litoranea. Come lo 07, è per eccellenza l’autobus della spiaggia comunale libera di Castelporziano (che i romani chiamano ‘i cancelli’, riferendosi ai nove ingressi).

Stagione estiva a pieno regime anche per la ferrovia Roma-Lido, con il potenziamento della linea il sabato (181 corse, 20 in più) e la domenica e i festivi (150 corse, 44 in più).

Per saperne di più, www.atac.roma.it.

Sub romano batte record di apnea dinamica, spinto da due delfini

Il sub romano Simone Arrigoni ha battuto il record mondiale di apnea dinamica con la spinta dei delfini, il «foot push» – si chiama così perché i delfini spingono l’uomo poggiando il muso sulle sue piante dei piedi – nel parco marino Zoomarine a Torvaianica, sul litorale di Roma. Domenica 17 maggio è una data storica. Il merito dell’impresa è andato anche ai King e Paco, i due mammiferi star di Zoomarine, che hanno spinto Arrigoni in apnea per 9 vasche su un percorso di 450 metri complessivi.

«La disciplina tecnica del foot push è usata dagli addestratori di delfini per le performance consuete che si vedono nei delfinari e che riguardano percorsi di una o due vasche» spiega Arrigoni, 35 anni, romano di Capena, che nella vita fa il musicista di professione. Già nel 2008, nelle acque del Lago di Bracciano, Arrigoni aveva toccato il record di apnea dinamica – 381 metri – grazie all’ausilio di un propulsore subacqueo.

«Da ottobre scorso, per tre volte la settimana – racconta – ho potuto allenarmi per questo nuovo record. Prima ho fatto amicizia con King e Paco, poi pian piano ci siamo allenati fino a questo bellissimo risultato». Nel delfinario sul litorale romano, King e Paco hanno spinto l’atleta sott’acqua, salendo alternativamente ogni due vasche a respirare mentre Arrigoni rimaneva in apnea. Uno dei delfini all’ottava vasca si è preso una pausa d’aria più lunga tornando su a respirare per poi continuare la performance.

Nell’ottobre 2007, sul lago di Caldonazzo, Michele Tomasi, due volte campione del mondo in apnea dinamica aveva stabilito il precedente record di apnea dinamica senza delfini grazie al traino di uno scooter subacqueo. Il cavo certificato aveva misurato 378,8 metri in un’immersione durata quasi quattro minuti. Arrigoni invece ha coperto una distanza mai realizzata prima in vasca, con laiuto degli animali.

Il musicista romano aveva un primato di apnea statica di 8 minuti e un secondo. Allenamenti e record a Zoomarine non sono che la fase preparatoria in vista dei Giochi del Mare 2009, che si disputeranno dal 13 al 21 giugno tra Formia, Gaeta, Ventotene e Ostia. Agli stessi giochi, la scorsa estate, Arrigoni aveva tentato di superare il proprio record dei 231 metri di apnea dinamica in acqua salata con ausilio di un propulsore. Per raggiungere il risultato di Torvaianica, l’atleta ha compiuto un lento percorso di conoscenza dei cetacei. «Lavorare con questi mammiferi è un’esperienza fantastica – spiega – mi sconvolge la loro capacità di capire gesti e toni vocali. Quando si arriva alla curva, quando per me aumenta l’impegno fisico per la virata, li sento scambiarsi informazioni sottacqua per prendere bene la virata».