Progetto Itaca, a Roma gli sport velici per i ragazzi affetti da sordità


Presentato in Campidoglio il progetto “Itaca” che si propone di avvicinare agli sport della vela i ragazzi dai 6 ai 20 anni affetti da sordità e di formare qualificati istruttori non udenti. L’iniziativa è curata dalla Cooperativa Sociale Roy’s e dall’Associazione Sportiva HappySurf, in collaborazione con la Federazione Sport Sordi Italia e la Federazione Italiana Vela.

Il XIII Municipio sostiene il progetto affidando agli organizzatori due spiagge libere di Ostia dove, per tre anni, i ragazzi saranno istruiti secondo quattro diversi moduli di attività: equipaggi di sordi per attività velica non competitiva; un team misto di udenti e sordi con finalità agonistiche territoriali; un team misto di udenti e sordi con finalità agonistiche regionali; un team misto di udenti e sordi con finalità agonistiche nazionali e formazione di ragazzi sordi abilitati ad istruttori di vela.

“Lo sport è l’aggregatore sociale per eccellenza e uno strumento valoriale che abbatte le barriere. Il Comune di Roma sostiene con forza iniziative come il progetto “Itaca”, perché attraverso un’opera fortemente educativa, contribuisce a superare le differenze favorendo l’integrazione nel tessuto sociale”, ha detto il Delegato del Sindaco per lo Sport, Alessandro Cochi.

Estate a Roma, torna la grande palestra all’aperto di Mondofitness


Per gli sportivi romani che sfidano il caldo pur di mantenersi in forma torna Mondofitness, un’immensa palestra all’aperto che apre i battenti nella Capitale per il decimo anno consecutivo, al Parco di Tor di Quinto, dal 16 giugno al 7 settembre.

Presentato ieri in Campidoglio, Mondofitness vanta un’offerta vastissima di sport praticabili: dallo Step all’Aerobica, dall’Afro gym al Pilates. dall’Acquafitness al Tapis roulant acquatico, fino al Beach volley. Oltre cento attività sportive per un totale di 4,500 ore di sport, 70 istruttori e 400.000 tra visitatori e sportivi.

Nello spazio all’aperto del villaggio di Mondofitness, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 24, saranno organizzate anche lezioni di difesa personale, Golf, Tiro con l’arco, Jazz e Hip hop, oltre a serate di musica e spettacolo.

Con questo evento, ha detto Alessandro Cochi, delegato del Sindaco per lo Sport, “Roma dimostra di essere anche capitale del fitness. Mondofitness è un’opportunità di aggregazione importante anche per il coinvolgimento delle associazioni sportive e dei centri anziani, oltre che delle palestre della città”.

Nel corso della presentazione della manifestazione sportiva, gli organizzatori hanno anche anticipato la notizia relativa ad un evento di Golf che dovrebbe svolgersi al Circo Massimo il prossimo ottobre.

Per informazioni: http://www.mondofitness-roma.it/

Impianti sportivi e accessibilità per i disabili, il punto in Campidoglio


Lo stato di salute dell’impiantistica sportiva romana, il grado di accessibilità delle strutture esistenti, i futuri, buoni esempi ancora da costruire. Sono stati questi i temi affrontati stamattina, in Campidoglio, in occasione dell’incontro ”Roma per lo sport, impiantistica e mobilità sociale”, evento organizzato dal Comune di Roma con la collaborazione del CIP, ASI e TOYOTA Motor Italia.

Presenti all’appuntamento Alessandro Cochi, Delegato allo Sport del Comune di Roma, Luca Pancalli, Presidente del CIP, Claudio Barbaro, Presidente di Alleanza Sportiva Italiana e Giovanni Naldoni, Responsabile del Settore Responsabilità Sociale Toyota.

“E’ necessario incentivare l’utilizzo degli impianti sportivi – ha dichiarato Alessandro Cochi – questo affinché Roma non si identifichi solo come capitale politica ma assuma quella caratteristica di vera capitale dello sport. Per fare questo, però, occorre puntare sullo sport di base”.

“Il 2009 è un anno magico per lo sport della nostra città – ha ricordato Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico – per i tanti eventi che Roma è stata chiamata ad ospitare, dal Sei Nazioni di rugby ai Mondiali di nuoto e baseball, passando per la finale di Champions League e gli Internazionali di tennis. Manifestazioni che hanno ribadito la necessità di intervenire profondamente nel campo dell’impiantistica sportiva. Roma deve tornare ad essere una vera “Capitale dello Sport”, recuperando in fretta la sua vocazione olimpica e paralimpica”.

Così Claudio Barbaro: “Bisogna creare un unicum, nello sport: per realizzare tale obiettivo bisogna puntare sulla piena assimilazione tra persone disabili e normodotate, attenuando, allo stesso tempo, le troppe differenze ancora esistenti tra lo sport di vertice e quello di base. La speranza, pertanto, è quella di fissare un punto di partenza e disegnare un percorso di collaborazione tra il Comune e noi. Per ottenere tutto ciò sarà fondamentale sarà l’aiuto dei tecnici”.

La presenza di Toyota, partner ormai da 3 anni del Comitato Paralimpico, di cui ha sposato i valori, puntando sulla mobilità sociale e sulla sicurezza del trasporto, ha sottolineato la stretta sinergia tra l’Azienda ed il CIP, cui è stata consegnata, simbolicamente, la chiave degli ultimi 6 pulmini (totale n. 18) messi a disposizione dello sport paralimpico.